search clock-o download play play-circle-o volume-up image map-marker plus twitter facebook rss envelope linkedin close exclamation-triangle home bars angle-left angle-right share-alt clock-o arrow-up arrow-down2 folder folder-folder-plus folder-open calendar-o angle-down eye

PAGINA UFFICIALE

Santuario di Fatima

Trasmissione Online

Luoghi di memoria e cultura

Luoghi di memoria e cultura
 

Coroa com bala.jpg


Museo del Santuario di Fatima 

Il Museo del Santuario di Fatima è stato creato da Mons. José Alves Correia da Silva, nel 1955, con la lettera Museo-Biblioteca del Santuario di Nostra Signora del Rosario di Fatima, al fine di conservare «i resti di un passato che inizia[va] ad essere remoto» e raccogliere una collezione storica, artistica ed etnografica che potesse custodire la memoria delle testimonianze dei pellegrinaggi internazionali della Statua della Vergine Pellegrina e le reliquie legate alla Storia delle Apparizioni e dei suoi protagonisti. Intuendo quali fossero le esigenze di un museo, la lettera parla dei concetti di inventario, esposizione e regime di custodia.

Anche se non ha mai avuto un edificio autonomo, il Museo del Santuario ha sempre cercato di svolgere i compiti che la moderna museologia esige dalle istituzioni museali: inventariazione, studio delle collezioni, conservazione, esposizione e diffusione. In effetti, in modo più empirico o più sistematico, il Santuario ha compiuto sforzi per adempiere questo scopo, in modo che i pellegrini possano entrare in contatto con alcune delle fonti che sono alla base del messaggio di Fatima e con alcune delle produzioni culturali che da esso fluiscono.


 

rosa de ouro 2.jpg


Esposizione permanente Fatima Luce e Pace

L’esposizione permanente Fatima Luce e Pace ha aperto le sue porte nel mese di agosto del 2002 ed è visitabile nell’edificio della Rettoria del Santuario di Fatima, nel complesso architettonico della Casa per Ritiri Nostra Signora del Monte Carmelo

Nell’esposizione Fatima Luce e Pace è esposta, in modo permanente, parte della raccolta del Museo del Santuario. Il percorso museale, concepito da Maria Teresa Gomes Ferreira, e la museografia, progettata da Cruz de Carvalho, intendono indirizzare il visitatore al centro del messaggio di Fatima, ponendolo davanti alla domanda disposta come un percorso: “dalla guerra alla pace”, “dalle tenebre alla luce”.

Tra gli oggetti lì esposti si possono mettere in evidenza la Collezione di Oreficeria, la corona preziosa di Nostra Signora di Fatima, dove è incastonato il proiettile che ha colpito Giovanni Paolo II e vari arredi liturgici. Appartiene alla Collezione della Scultura il pezzo più antico dell’esposizione, un Cristo indo-portoghese del XVII secolo. Della Collezione Tessile sono esposti diversi paramenti associati ai pellegrinaggi dei papi al Santuario di Fatima, ma anche alcuni elementi del costume regionale o legati ai riti di passaggio religioso e a testimonianze di identificazione sociale o professionale. Un riflesso speciale della devozione dei pellegrini alla Madonna è la collezione di Gioielleria, costituita da pezzi di ornamento personale, per lo più d’oro. Ci sono molti altri oggetti, come i tradizionali “ex voto” concretizzati in fotografie, in pezzi di cera, candele, miniature di imbarcazioni, ecc.


 

Casa Museu de Aljustrel 2.jpg


Casa-Museo di Aljustrel

La Casa-Museo di Aljustrel si trova vicino alla casa natale di Lucia, in quel villaggio di Aljustrel, a circa 2 chilometri dal Santuario di Fatima. Primo nucleo museologico permanente del Santuario, è stato inaugurato il 19 agosto 1992 ed è installato nell’antica residenza di Maria Rosa, madrina di battesimo di Lucia. Qui si possono osservare quattro nuclei che aiutano a comprendere com’era la vita quotidiana al tempo delle apparizioni. La responsabilità del discorso espositivo la si deve a Joaquim Roque Abrantes, Manuel Serafim Pinto e Maria Palmira Carvalho, che hanno preso come punto di partenza per tale compito il materiale raccolto anni prima da Francisco Pereira de Oliveira.


 

Casa do Francisco e da Jacinta.jpg


Casa di Francesco e Giacinta

Situata a circa 2 chilometri dal Santuario di Fatima, nel villaggio di Aljustrel, questa è stata la casa in cui sono nati i Beati Francesco e Giacinta, i due figli più piccoli della famiglia Marto.

La casa, che si trova a circa 200 metri da quella di Lucia, è stata acquistata dal Santuario nel novembre 1996 e successivamente ricostruita.


 

Casa de Lucia.jpg


Casa di Lucia

La casa in cui è nata e vissuta Lucia de Jesus, la più piccola dei sei fratelli, si trova in Aljustrel, a circa 2 chilometri dal Santuario di Fatima. Lì furono fatti i primi interrogatori ai veggenti e nel suo cortile ci sono ancora gli alberi di fico, all’ombra dei quali i tre pastorelli giocavano e si nascondevano quando venivano cercati da curiosi o pellegrini.

Nel 1981, Suor Lucia ha offerto la casa al Santuario, che è entrato in possesso solo nel 1986. Lo spazio attorno alla casa è stato rinnovato e nel suo cortile è stato costruito un nuovo Posto di Accoglienza e Informazioni, inaugurato nell’agosto del 1994.

ORARI

Messa

Messa, in portoghese, nella Basilica di Nostra Signora del Rosario di Fatima

07h30 - 08h30
Rosario

Rosario, nella Cappellina delle Apparizioni

10h00 - 10h30

NEGOZIO ONLINE


Negozio Santuario di Fatima