12 di maggio, 2022

 

I pastorelli sono stati canonizzati 5 anni fa

Il 13 maggio del 2017 Papa Francesco canonizzò i beati Francesco e Giacinta Marto. Il momento viene ricordato oggi nelle reti sociali del Santuario.

 

Durante questo Pellegrinaggio Internazionale Anniversario di Maggio 2022 si celebra il 5º anniversario della canonizzazione di Francesco e Giacinta Marto, che il 13 maggio del 2017 sono diventati i più giovani santi non martiri della Chiesa.

La canonizzazione è avvenuta nella Cova da Iria, nel corso delle celebrazioni per il Centenario delle Apparizioni, presidiate da Papa Francesco, dopo che il miracolo attribuito a Francesco e Giacinta è stato approvato, convalidato dal Vaticano il 23 marzo del 2017 ed annunciato il 20 aprile, alla fine del Concistoro Ordinario Pubblico a voto di alcune Cause di Canonizzazione, in quella che fu l’ultima tappa di un processo durato 65 anni.

Alle ore 10:26 del giorno 13 maggio del 2017, è stata dichiarata dal Santo Padre, nell’altare del Recinto di Preghiera, la santità di Francesco e Giacinta Marto, in un rito di canonizzazione che decorreva sin dall’inizio della Messa e a seguito della richiesta formale dell’allora vescovo di Leiria-Fatima, D. Antonio Marto, accompagnato dalla Postulatrice della Causa di Canonizzazione di Francesco e Giacinta, in un momento che viene ricordato nella vigilia dal Santuario di Fatima in un video pubblicato sulle reti sociali.

Anche Lucas, bambino brasiliano miracolato, è salito sull’altare con la sua famiglia, potendo così abbracciare Papa Francesco in una giornata storica.

Le reliquie dei nuovi santi sono state esposte nel corso delle celebrazioni, integrando la processione iniziale e finale della Messa di quel giorno.

Durante il giorno della canonizzazione, i tumuli dei Santi Pastorelli, nella Basilica della Madonna del Rosario di Fatima, sono stati visitati da migliaia di persone, che non hanno voluto lasciare il Santuario senza prima pregare dinnanzi ai più giovani santi della Chiesa.

Con la canonizzazione, il 20 febbraio, giorno della morte di santa Giacinta, è stato istituito come il giorno della Festa dei Santi Francesco e Giacinta Marto.

 

Francesco e Giacinta Marto: una storia di santità

Francesco Marto è nato l’11 giugno del 1908 e venne battezzato il 20 giugno. Giacinta, la sorellina più giovane, è nata il 5 marzo del 1910 ed è stata battezzata il 19 dello stesso mese. Entrambi sono nati ad Aljustrel e battezzati nella parrocchia di Fatima. Erano i più giovani dei sette figli di Manuel Pedro Marto e di Olimpia de Jesus e cugini di Lucia de Jesus (1907-2005).

Hanno ricevuto, sin da molto giovani, una semplice educazione cristiana. Presto sono diventati pastori del gregge di famiglia. Accompagnavano la cugina Lucia, un poco più grande, anche questa una pastorella. I tre pastorelli vedono un angelo per tre volte, nella Primavera, Estate ed Autunno del 1916, nella Loca do Cabeço e presso il pozzo della casa di Lucia, il quale li ha invitati alla preghiera a Dio. Il 13 maggio del 1917 sono stati visitati, nella Cova da Iria, dalla Vergine Maria, che gli ha chiesto che tornassero in quel luogo il 13 di ogni mese, fino ad ottobre. Nel corso dei sei incontri, la Signora del Rosario mostra ai pastorelli la speranza che Dio offre al mondo, toccato dalla sofferenza e dal male e li invita a compromettersi con la conversione dei cuori umani, con la preghiera del rosario, il sacrificio riparatrice e la consacrazione dei propri cuori e del mondo al Cuore Immacolato. Le vite di Francesco e Giacinta si sono trasformate definitivamente alla luce del Messaggio di Misericordia.

Francesco assume una vita di contemplazione, compromesso con la consolazione di Dio che gli appare “così triste”. La Signora gli raccomanderà di pregare molti rosari. E molto pregherà Francisco, cercando la solitudine della montagna o la compagnia di Gesù nascosto nel sacrario della chiesa parrocchiale per “Pensare a Dio”.

Giacinta si lascia impressionare dalla sofferenza dei peccatori e prega e si sacrifica per la loro conversione, per la pace nel mondo e per il Santo Padre: “Soffro molto ma offro tutto per la conversione dei peccatori e per riparare al Cuore Immacolato di Maria e anche per il Santo Padre”, ha confessato a Lucia durante la sua malattia. Poco prima di morire disse: “in Cielo amerò molto Gesù ed il Cuore Immacolato di Maria”.

Il 4 aprile del 1919, alle ore 22:00, morì Francesco, di appena 10 anni. Si ammalò nell’ottobre del 1918, con l’epidemia broncopneumonica, così come sua sorella Giacinta, che si ammalò a fine anno 1918. Quest’ultima verrà ricoverata presso l'Ospedale di Ourém e, dopo, a Lisbona nell’Ospedale D. Estefania. Morirà da sola, alle ore 22:30.

PDF

ORARI

27 giu 2022

Messa, in portoghese, nella Cappella della Morte di Gesù

  • 16h30
Messa

Rosario, nella Cappellina delle Apparizioni

  • 18h30
Rosario
Questo sito internet utilizza cookies per migliorare la sua esperienza. Continuando la navigazione, ne accetta l'utilizzo. Il suo browser non è attualizzato. per ottimizzare la sua esperienza di navigazione per favore attualizzi il browser.