Coracao Imaculado.jpg


Cuore Immacolato 

Nell’apparizione di giugno, la Signora presenta il proprio Cuore Immacolato in quanto “rifugio e cammino il quale (…) condurrà fino a Dio”. Nuovamente, a luglio, in seguito alla visione dell’Inferno, Lei stessa riafferma la proposta di consacrazione del suo Cuore Immacolato come mezzo di conversione e riparazione. La devozione al Cuore di Maria diventa, assieme alla richiesta di consacrazione della Russia e di tutto ciò che simboleggia, l’espressione della presenza di Dio che accompagna il dramma della storia degli uomini, invitando i credenti alla visione di un’altra storia, proiettata su una dimensione escatologica. A Pontevedra e Tuy, nelle visioni che chiudono gli avvenimenti di Fatima, l’appello è consacrato e rinnovato, essendogli abbinata la comunione riparatrice dei primi sabati.

Nel profondo della richiesta di consacrazione del Cuore di Maria e della comunione riparatrice dei primi sabati, risiede la centralità di Dio. In quanto cammino che conduce a Dio, il Cuore di Maria è un cuore modellato seguendo il Cuore di Dio stesso – “vi darò pastori secondo il mio cuore” (Ger 3, 15) – e consacrarsi ad esso è accogliere la volontà di lasciarsi convertire dalla misericordia divina. Il Cuore Immacolato è icona delle volontà di misericordia che Dio ha per il suo popolo.

Anche i primi sabati, offerti in riparazione del Cuore Immacolato di Maria, evocheranno nel credente la centralità della misericordia di Dio e gli ricorderanno come il cuore senza macchia lascia trasparire la Sua presenza amorevole.

PDF

ORARI

Questo sito internet utilizza cookies per migliorare la sua esperienza. Continuando la navigazione, ne accetta l'utilizzo. Il suo browser non è attualizzato. per ottimizzare la sua esperienza di navigazione per favore attualizzi il browser.